IMAGE

Dal “Resoconto stenografico dell’Assemblea della Camera dei Deputati”

Seduta della Camera dei Deputati n. 626 di giovedì 26 aprile 2012

PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l’onorevole Ossorio. Ne ha facoltà  per tre minuti.
GIUSEPPE OSSORIO. Signor Presidente, signor rappresentante del Governo, la componente dei repubblicani azionisti esprime il proprio sostegno al Governo Monti e voterà  a favore ma chiede maggiore ascolto sui temi che sono stati oggetto di una nota al Presidente Monti. Condividiamo l’analisi del vicedirettore generale della Banca d’Italia, il dottore Salvatore Rossi, che con riferimento al problema della gestione della spesa pubblica ha espresso l’auspicio che il Governo valuti l’adeguatezza di ciascuna spesa indipendentemente dal suo livello storico.
Inoltre, un acuto editorialista de Il Sole 24 Ore, Luigi Guiso, ha svolto di recente analoghe considerazioni quando ha scritto che il vero obiettivo deve essere quello di ridurre stabilmente il numero e l’entità  delle voci nel settore della spesa pubblica.
I repubblicani sono convinti che il Governo si debba attivare con sollecitudine, per un taglio selettivo e non indiscriminato della spesa pubblica Non vediamo, purtroppo, al momento un’adeguata strategia del Governo per incidere sull’elevato livello della pressione fiscale. Esso non è più sopportabile dalle imprese e dai lavoratori dipendenti pubblici e privati.
Tutto ciò crea la situazione di recessione in atto dell’economia italiana, il cui avvenire certamente non è roseo. Signor Presidente del Consiglio, siamo ai limiti di guardia della tenuta della coesione sociale. Vorremmo che il Governo ne prendesse atto e fosse cosciente di ciò.
Mi avvio a concludere. Per queste ragioni i repubblicani riproporranno nuovamente nei prossimi giorni, con una nota indirizzata al Presidente del Consiglio Monti, le loro proposte in materia di riforma strutturale e di gestione della spesa corrente (Applausi dei deputati del gruppo misto Misto-Repubblicani-Azionisti).