IMAGE
IMAGE

Apc-Sviluppo Italia/Ossorio: subito piano di riordino e dismissione

Roma, 17 mar. (Apcom) – “Entro il 30 giugno 2007 il numero delle società controllate da Sviluppo Italia deve scendere a non più di tre”. Giuseppe Ossorio (Idv), Vice-presidente della Commissione Bilancio della Camera, ricorda al Ministro per lo Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani, che in base alla Finanziaria per quella data le 11 società dell’agenzia dovrebbero drasticamente diminuire, “ma ad oggi non è dato sapere come”.
A tutt’oggi, osserva Ossorio, “Sviluppo Italia Aree Produttive, Italia Turismo, Italia Navigando, Rete Autostrade Mediterranee, Infratel Italia, Innovazione Italia, Italiaevolution, Sviluppo Italia Engineering, Garanzia Italia, Sviluppo Italia Factor, Strategia Italia, sono strutture improduttive ma ancora funzionanti. Hanno sperperato risorse pubbliche e mancato la missione iniziale. In Finanziaria è scritto inoltre che entro il 31 marzo è prevista l’adozione di un piano di dismissioni delle partecipazioni societarie nei settori non strategici di attività.
Ci aspettiamo una reale trasformazione dell’Agenzia e non soltanto un cambiamento di facciata”.

(Red/Rea)