IMAGE

Un assessore rivoluzionario

By repubblicanidemocratici.it

L'assessore all'Istruzione della Regione Campania, in un impeto antigovernativo ha incitato gli studenti ad occupare le Università contro i tagli del Ministro Gelmini. Tagli ingiusti e inopportuni. Ma è istruttivo, e corretto, incitare i giovani a violare le leggi? E, soprattutto, è giusto che a farlo sia un assessore, una figura, per cosÏ dire, istituzionale?
Un conto, l'intellettuale che solleva problemi ed agita gli spiriti ad intervenire manifestando e contestando. Un conto sono le rappresentanze sindacali, le confederazioni dei lavoratori di categoria quando intervengono in difesa dei loro rappresentati o di legittimi bisogni e interessi. Un conto i cittadini,gli studenti esprimono liberamente le loro opinioni.
Ma dall'alto di un piccolo ma abbastanza potente ministero della pubblica istruzione regionale è legittimo perorare la rivoluzione?Che avesse ragione Flaiano quando affermava che gli italiani vogliono fare la rivoluzione scortati dai carabinieri.